Il nome del gruppo
Bartolomeo & C. fu scelto nel 1979 in occasione di una ronda notturna durante la quale Lia Varesio e i volontari trovarono morto di freddo sotto un cumulo di stracci e cartoni Bartolomeo, un barbone che dormiva sulla strada in una zona del centro storico di Torino. Da quel momento maturò la decisione, fino ad allora incerta e disorientata, di offrire compagnia ed accoglienza a chi non ha più nulla, neanche un posto dove dormire. Sono molte le tragiche realtà della vita cittadina con cui veniamo a contatto: persone senza dimora, soggetti con problemi psichiatrici, alcolisti, ex carcerati, sieropositivi, transessuali, ex prostitute, tossicodipendenti, persone che hanno perso il lavoro, ecc.
Incontriamo queste persone camminando per le strade, nelle stazioni, sulle panchine dei viali e dei parchi, nei luoghi più nascosti dove cercano di rendersi invisibili.

Nella sede di via Camerana 10/A svolgiamo i colloqui conoscitivi per approfondire la loro situazione e cerchiamo di individuare loro bisogni concreti e di aiutarli a risolvere i loro problemi.